Rompere col passato? Impariamo a gestirlo in 7 mosse

"Nulla si crea, nulla si distrugge"... Siamo il frutto del nostro passato e non siamo mai come il giorno prima

Condividi su:

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Nulla si crea, nulla si distrugge”… Siamo il frutto del nostro passato e non siamo mai come il giorno prima

Quante volte ci diciamo di voler rompere con abitudini, situazioni e persone. Dare un taglio netto al passato e via, verso nuovi orizzonti! Entusiasmante, anche lodevole, ma tutto sommato non utile. Il passato fa infatti parte di noi

esperienze, luoghi, persone, emozioni, ricordi

sono parte della nostra storia personale, hanno contribuito a fare di noi ciò che siamo. È importante 

  • accettare il passato
  • accogliere le cose positive 
  • gestire quelle insoddisfacenti o del tutto negative

Gestire, appunto. Possiamo certamente rigettare scelte, azioni e persone, ma dopo aver compreso qualcosa di utile da ciò che abbiamo vissuto, fosse anche solo per sapere come non ritrovarci nella stessa situazione !

5 Consigli utili per mettere proficuamente in soffitta in passato

Il passato non può essere semplicemente “impacchettato” e riposto in un armadio. Sbucherà sempre fuori a darci in qualche modo noia se non lo avremo ben

catalogato, ripiegato, inscatolato

  1. Guardiamo in faccia il passato.

Senza paure o vergogna guardiamo anche brevemente la situazione o l’atteggiamento. Ormai è passato, comunque, lo abbiamo superato! 

  1. Chiediamoci quali aspetti ancora ci influenzino  

Chiediamoci quali aspetti ancora ci influenzano e se questo timore o disagio abbia davvero ragion d’essere oggi.

  1. Ripercorriamo condizioni o azioni  

Osserviamo, magari annotiamoci, quali erano circostanze esterne e anche interiori che hanno portato o portavano a una certa situazione. 

E siamo certi: noi non siamo mai uguali nemmeno a come eravamo ieri, tutto contribuisce a cambiarci, a rafforzarci, a darci maggiori informazioni, competenze e strumenti per porre stabilire nuove situazioni o nuove abitudini.

  1. Chiediamoci quali aspetti ancora ci influenzino  

Chiediamoci quali aspetti ancora ci influenzano e se questo timore o disagio abbia.

  1. Impariamo ad accettare, perdonare, lasciare andare  

Tutto scorre panta rei diceva il filoso Eraclito. Ecco, impariamo a desiderare cose nuove, a vivere l’oggi e non il passato, a non rimuginare, a perdonare e perdonarci. A lasciare insomma andare il passato per prepararci a cose nuove e più soddisfacenti. Perché il passato, o meglio il pensiero del passato e il timore di non superarlo o non cambiare le condizioni, spesso ci blocca più problematiche reali!

  1. Mettiamo ordine

Mettiamo anche fisicamente via oggetti, abitudini e situazioni che ci legano ad un passato che vogliamo superare. Modifichiamo abitudini, interessi e frequentazioni.

  1. Ripartiamo. Ogni giorno

Ripartire è un’azione cui ci si allena. È una scelta di vita, uno stile di pensiero e di azione che è alla base di tutte le nuove avventure, di ogni nuova scoperta e invenzione. È alla base di ogni inizio !

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

e ricevi subito gli aggiornamenti

Altri articoli